Monumento dedicato a Michele Torcia

Realizzato in piazza F. Caligiuri, è dedicato a Michele Torcia (1736-1808), fiero assertore della Repubblica partenopea del 1799. Seguace dell’abate Genovesi, avendo ricevuto una vasta formazione dapprima nel collegio dei Gesuiti di Catanzaro e successivamente a Napoli ed essendosi formato poliglotta divenne diplomatico in Olanda nel 1764, proseguendo questa carriera in Francia, Germania, Austria ed Inghilterra.

Fu anche letterato, in quanto durante i suoi viaggi scrisse dei saggi che descrivevano l’aspetto sociale ed economico delle nazioni visitate: “Stato presente dell’Inghilterra”, “Saggio del commercio olandese”, “Sbozzo del commercio di Amsterdam”, “Viaggi negli Abbruzzi, nelle Calabrie e in Sicilia”, “Sbozzo politico di Europa”. Altre opere importanti sono… Continua a leggere!

 

Monumento dedicato a Francesco Priolo (a sinistra)

Situato anch’esso in piazza F. Caligiuri, è un busto in bronzo dedicato a Francesco Priolo (1908-1955), medico condotto di Amato originario di Serrastretta, che si contraddistinse per la sua benevolenza e assistenza scrupolosa verso i pazienti. Egli fu anche ufficiale medico del 55° Reggimento artiglieri, giudice conciliatore e consigliere comunale dal 1952. Pubblicò alcuni libri di scienza, storia e una raccolta di poesie chiamata “Rintocchi”.

Monumento ai caduti in guerra (a destra)

Monumento di bronzo raffigurante un soldato mentre ordina ai commilitoni di attaccare. La statua poggia su un alto piedistallo di marmo che in basso presenta un libro aperto su cui sono scritti i nomi dei soldati amatesi caduti nelle due Guerre Mondiali.

Colonna delle palme (a sinistra)

Colonna di pietra risalente ai primi anni del 1600 che serviva ai feudatari per legare e fustigare i condannati. In passato era posta vicino alla chiesetta dell’Abrugu ma in seguito fu spostata 50 metri più avanti.

Monumento Cristo Redentore (a destra)

Statua di Cristo Redentore posata nell’anno 2009 dai devoti di Amato su iniziativa della Pro Loco all’ingresso meridionale del paese. Intorno ad essa si trova un giardino pubblico con un’aiuola che va a comporre la parola “Amato”.

Le immagini, le foto e i video presenti in questa pagina web sono state gentilmente fornite ed appartengono a Fiorenzo Morello.

Tutti i diritti riservati ©

I Nostri Sponsor